Skip to main content

Home/ ltis13/ Group items tagged accessibilità

Rss Feed Group items tagged

Claude Almansi

Why parents should worry about Office 365's Immersive Reader dictation feature for stud... - 0 views

  •  
    "Beginning in February, Microsoft plans to offer a new feature for young students: Immersive Reader dictation, a new feature within Office 365 apps for Windows and the Mac. As a parent of two elementary school students, though, I'm concerned that this feature-which brings smartphone-style voice dictation to traditional desktop apps-will be an unwelcome crutch."
Claude Almansi

When Equal Access Means Zero Access for All | Foundation for Economic Education March 1... - 0 views

  •  
    "Last week, the University made its decision final, and announced that it will begin the process of removing all the content on March 15th. To add insult to injury, it turns out that removing this digital library will ultimately end up requiring about five months worth of work- a cost UC Berkeley will be forced to pay."
  •  
    Articolo "anti-stato" sulla disputa tra Berkeley e il Dipartimento della Giustizia US (DoJ) in merito all'accessibilità dei corsi pubblici di Berkeley. L'autrice ignora deliberatamente diversi fatti: il riconoscimento da parte del DoJ degli sforzi di Berkeley per implementare l'accessibilità, il fatto che i video inaccessibili non verranno cancellati, ma il loro accesso verrà per ora ristretto, ecc,
Claude Almansi

UC Berkeley Responds to DOJ Letter Over Web Accessibility - 3PlayMedia, Oct 5, 2016 - 0 views

  •  
    "The US Department of Justice's (DOJ) Civil Rights Division is doing everything that it can to make the web and information technology (IT) more accessible to people with disabilities. One of the most effective ways to achieve this goal is by following up on complaints submitted by citizens who feel their rights to use the internet are being denied by an organization's inaccessible technology. A landscape portrait featuring Berkeley's Campanile tower in the foreground and a rainy San Francisco Bay in the background That's exactly what happened when, in October 2014, the DOJ began investigating the free, public MOOC (Massive open online course) system offered by University of California, Berkeley when deaf and hard of hearing individuals complained they could not access the audio and video content on the site. On August 30, 2016, the DOJ submitted a 10-page letter to the administration at UC Berkeley stating that they had found the university's MOOC content to be in violation of Title II of the Americans with Disabilities Act (ADA) which protects disabled people from discrimination. Legal Context: How Are MOOCs Subject to Accessibility Laws? The laws surrounding free online course content accessibility are not explicit."
  •  
    L'articolo descrive il contesto e gli aspetti giuridici del confronto sull'accessibilità tra Dipartimento della Giustizia US e l'Università di Berkeley.
Claude Almansi

Campus announces restriction of public access to educational content | The Daily Califo... - 0 views

  •  
    "UC Berkeley announced Wednesday that it would restrict public access to existing educational content after a Department of Justice (DOJ) investigation concluded that many of the video captions did not meet standards of the Americans with Disabilities Act. Campus will instead invest in developing new online content with necessary accessibility features, according to campus spokesperson Roqua Montez. Montez said that because of limited viewership of more than 20,000 course capture videos and a projected cost of at least $1 million for captioning, campus decided not to revamp the videos deemed inaccessible. "On average, the older videos were watched for less than 8 minutes," Montez said. "(It) doesn't make sense to go back and do that, given the budget climate we are in. We had to weigh that as a factor.""
  •  
    Articolo sull'annuncio di Berkeley del ritiro dalla visibilità pubblica dei video non conformi ai requisiti di accessibilità
Claude Almansi

A statement on online course content and accessibility | Berkeley News (UC Berkeley, Se... - 0 views

  •  
    " We look forward to continued dialog with the Department of Justice regarding the requirements of the ADA and options for compliance. Yet we do so with the realization that, due to our current financial constraints, we might not be able to continue to provide free public content under the conditions laid out by the Department of Justice to the extent we have in the past. In many cases the requirements proposed by the department would require the university to implement extremely expensive measures to continue to make these resources available to the public for free. We believe that in a time of substantial budget deficits and shrinking state financial support, our first obligation is to use our limited resources to support our enrolled students. Therefore, we must strongly consider the unenviable option of whether to remove content from public access. Please know that we fully intend to exhaust every available option to retain or restore free public availability of online content. It is our hope that we will find an appropriate resolution with the Department of Justice that allows us to serve the extended seeing- and hearing-impaired community and continue to provide free online content."
  •  
    Risposta di Berkeley alla lettera del Dipartimento di Giustizia US sulla non conformità dei materiali di corso con i requisiti della legge.
Claude Almansi

Berkeley ADA DoJ's letter Aug 30, 2016 (PDF) - 0 views

  •  
    "Re: The United States' Findings and Conclusions Based on its Investigation Under Title II of the Americans with Disabilities Act of the University of California at Berkeley, DJ No. 204"
  •  
    Lettera del Dipartimento della Giustizia US in merito al procedimento per violazione della Americans with Disabilities Act (Legge sugli americani con disabilità, +/- equivalente della Legge Stanca italiana)
Claude Almansi

The Ultimate Section 508 Guide for Students: Content for Everyone - 0 views

  •  
    "The Ultimate Section 508 Guide for Students In 1973, the United States government passed a sweeping piece of legislation known as the United States Workforce Rehabilitation Act. Intended to aid those with disabilities, this legislation provides funding for ...vocational rehabilitation, supported employment, independent living, and client assistance (and) authorizes a variety of training and service discretionary grants administered by the Rehabilitation Services Administration. As technology advanced, and both the workplace and society as a whole underwent significant changes, the need of those with disabilities also evolved. In order to foster equal access to the Internet and related technologies for all, the government added Section 508 to the Workforce Rehabilitation Act in 1998. What is Section 508? As amended by the Workforce Investment Act of 1998 (P.L. 105-220), Section 508 ...requires federal agencies to develop, procure, maintain and use electronic and information technology (EIT) that is accessible to people with disabilities - regardless of whether or not they work for the federal government. In short, federal law requires government agencies to create and use electronic devices, and content developed to be used with them (e.g., websites, media files, etc.), that people with disabilities can readily access. "
  •  
    Questa guida è scritta in lingua molto semplice e illustrata da video, mentre la sezione 508 dell'ADA (Americans with Disabilities Act, un po' come la legge Stanca in Italia) in legalese originale è più difficile da capire.
Claude Almansi

About DCMP - 1 views

  •  
    "Our mission is to promote and provide equal access to communication and learning through described and captioned educational media. The ultimate goal of the DCMP is for accessible media to be an integral tool in the teaching and learning process for all stakeholders in the educational community, including students, educators and other school personnel, parents, service providers, businesses, and agencies. The DCMP supports the U.S. Department of Education Strategic Plan for 2014-2018 by committing to the following goals: Ensuring that students (early learning through grade 12) who are blind, visually impaired, deaf, hard of hearing, or deaf-blind have the opportunity to achieve the standards of academic excellence. Advocating for equal access to educational media as well as the establishment and maintenance of quality standards for captioning and description by service providers. Providing a collection of free-loan described and captioned educational media. Furnishing information and research about accessible media. Acting as a gateway to Internet resources related to accessibility. Adapting and developing new media and technologies that assist students in obtaining and using available information."
Claude Almansi

Learning Center - Articles - DMCP.org - 0 views

  •  
    "CAPTIONING [+]About Captioning [+]Benefits of Captioning [+]Captioning Guidelines [+]Captioning Vendors [+]Research and Studies [+]Spanish [+]The Law DESCRIPTION [+]About Description [+]Benefits of Description [+]Description Guidelines [+]Description Vendors [+]Research and Studies [+]Spanish [+]The Law DESCRIBED AND CAPTIONED MEDIA PROGRAM [+]About the DCMP [+]History - Captioned Films for the Deaf, Captioned Films/Videos Program, and Captioned Media Program [+]History - Captioning Manuals and Guidelines [+]History - Closed Captioning [+]History - John Gough [+]History - Malcolm Norwood [+]Recommend Media to the DCMP ACCESSIBLE MEDIA UTILIZATION [+]For Educators [+]For Interpreters [+]For Other Consumers [+]For Parents"
  •  
    DMCP = Described and Captioned Media Program. Vedi anche la pagina http://www.dcmp.org/about-dcmp : "Our mission is to promote and provide equal access to communication and learning through described and captioned educational media. The ultimate goal of the DCMP is for accessible media to be an integral tool in the teaching and learning process for all stakeholders in the educational community, including students, educators and other school personnel, parents, service providers, businesses, and agencies. The DCMP supports the U.S. Department of Education Strategic Plan for 2014-2018 by committing to the following goals: Ensuring that students (early learning through grade 12) who are blind, visually impaired, deaf, hard of hearing, or deaf-blind have the opportunity to achieve the standards of academic excellence. Advocating for equal access to educational media as well as the establishment and maintenance of quality standards for captioning and description by service providers. Providing a collection of free-loan described and captioned educational media. Furnishing information and research about accessible media. Acting as a gateway to Internet resources related to accessibility. Adapting and developing new media and technologies that assist students in obtaining and using available information.
Claude Almansi

Google2SRT - Scarica e converte sottotitoli di YouTube e Google Video - Inizio - 2 views

  •  
    "Cos'è Google2SRT? Google2SRT è uno strumento in grado di scaricare i sottotitoli "non integrati" (Closed Captions - CC) dei video di YouTube/Google Video (se presenti) e convertirli in un formato standard (SubRip - SRT) supportato dalla maggior parte dei player. I sottitoli "non integrati" di YouTube/Google Video (i cosiddetti CC) anche oggi non possono essere scaricati in modo semplice. Anche scaricandoli, questi non saranno usabili in nessun player video (software o DivX domestico) poiché sono codificato in un formato proprietario di Google. Ecco perché Google2SRT permette di scaricarli e convertirli in un formato riconosciuto dalla maggior parte dei player video (SRT) e possono essere successivamente convertiti in altri formati conosciuti come SSA (SubStation Alpha) or SUB (MicroDVD) usando altro software disponibile su Internet. (...) A quali condizioni posso usare questo software? Google2SRT è un software gratuito ed open source, rilasciato sotto i termini della GNU General Public License (GPL). In breve: puoi scaricare, copiare, modificare, dare e vendere questo software come vuoi ed a chi vuoi, a patto che tu distribuisca il codice sorgente originale ed, in caso di modifica o riuso del codice stesso, anche il nuovo codice sorgente sotto le medesime condizioni."
  •  
    Particolare vantaggio: consente di scaricare anche i sottotitoli automatici prodotti dal software di YouTube. Anche se fanno schifo, ciononostante a volte sono abbastanza poco schifosi da poter essere corretti per farne qualcosa di atto al consumo umano.
Claude Almansi

Affrontare l'accessibilità - per un sito più accessibile in 30 giorni - Mark ... - 1 views

  •  
    "Questo libro risponde a due domande. La prima è "Perchè dovrei rendere più accessibile il mio sito?" E se non avete un sito web, questo libro non è per voi. La seconda domanda è "Come posso rendere il mio sito più accessibile?" Se non siete convinti della vostra prima risposta, non sarete di certo interessati alla seconda. Ed ora, tuffiamoci nello studio. Potete prelevare 'Affrontare l'accessibilità' versione in italiano come HTML (328 KB, zip) come PDF (668 KB, zip) Potete leggere 'Affrontare l'accessibilità' Indice Tutti i suggerimenti nell'ordine in cui sono stati pubblicati. Raccomandato per una prima lettura Suggerimenti per protagonista I suggerimenti sono qui raggruppati per ognuno dei personaggi protagonisti Suggerimenti per disabilità I suggerimenti sono presentati per disabilità, sia fisica che tecnologica Suggerimenti per principi di progettazione Suggerimenti raggruppati per principi di progettazione consigliati dal W3C. Tutte le pagine web dovrebbero essere percepibili, funzionali, navigabili, comprensibili, e robuste Suggerimenti per tipo di browser Suggerimenti raggruppati per browser o per prodotti specifici di ausilio alla disabilità Suggerimenti per strumenti di pubblicazione Suggerimenti raggruppati per strumenti di pubblicazione.Ogni suggerimento, se utilizzabile, include specifiche istruzioni per ognuno degli strumenti di pubblicazione inserito nel libro. [NdT ovvero MovableType, Radio Userland, Manila, Greymatter, Blogger.]" Traduzione italiana di Roberto Scano e del team Webaccessibile.org .
  •  
    Originale inglese ora in http://diveintoaccessibility.info/ , poiché Mark Pilgrim ha provato a cancellare - ogni sua traccia online nel 2011, compreso il sito originale diveintoaccessibility.org. Vedi http://meyerweb.com/eric/thoughts/2011/10/04/searching-for-mark-pilgrim/ . Interessante e necessaria l'impostazione "multiprospettiva" di Dive Into Accessibility / Affrontare l'accessibilità.
Claude Almansi

V4B (Video4Blind) | Ti tengo d'occhio - 0 views

  •  
    "Cos'è Video4Blind? V4B (Video4Blind, "video per non vedenti") è una campagna lanciata da Ti tengo d'occhio per "accessibilizzare" tutti quei video che si basano prevalentemente o esclusivamente sulle immagini per trasmettere dei contenuti, rendendoli così comprensibili anche ai non vedenti. Al contrario di quanto si possa pensare, accessibilizzare un video con il metodo Video4Blind è molto semplice e richiede pochissimo tempo; è sufficiente: Aggiungere la dicitura "(V4B)" in coda al titolo del video, per permettere al non vedente di comprendere che il video è stato "accessibilizzato"; Nello spazio riservato alla descrizione del video, aggiungere la dicitura "Video4Blind - Descrizione del video per non vedenti:" seguita da una descrizione delle immagini del video che consenta di comprendere il significato dello stesso senza "guardare lo schermo"; Aggiungere "V4B" e "Video4Blind" tra i tags del video. Elenco dei video accessibilizzati Siccome poter comprendere i video basati sulle immagini è veramente importante per tutti noi non vedenti, ho deciso di raccogliere in questa sezione tutti i video "accessibilizzati" attraverso il metodo Video4Blind per ringraziare tutti coloro che hanno deciso di contribuire all'accessibilità di questi contenuti! Se anche tu hai pubblicato un video accessibilizzato tramite Video4Blind, ma non è ancora presente in questa sezione non esitare a scrivermi!"
Claude Almansi

ginger's thoughts | Silvia [Pfeiffer]'s blog - 1 views

  •  
    Silvia Pfeiffer fa ricerca su come sfruttare le potenzialità di HTML5 per rendere audio e video accessibili. Inoltre è bravissima nello spiegare questi temi tecnici in modo semplice.
Claude Almansi

Navigare Meglio Ottobre 2013: La dittatura del multimedia 2013-10-30 - 0 views

  •  
    "Caso vero: un professore universitario americano pubblica in un blog MOOC Looks: Zombies and Sober Reality, una recensione di due articoli di altri professori universitari sui corsi online di massa (Mooc). Una cosa molto classica: introduzione, citazioni con riferimenti, discussione, conclusione. Ma invece di scrivere la recensione normalmente, la sbatte in un video con musichetta di sfondo, intitolato MOOC Looks 090713. Il video contiene solo il testo fatto a fette, niente immagini: Trascrizione:"
  •  
    Non è che sono contraria al multimedia, però il suo uso assurdo, inaccessibile e infruibile mi risveglia pulsioni talibanesche (o forse calvinistiche visto che sono di Ginevra dove gli uomini del Libro 500eschi non scherzavano nemmeno loro con le immagini...)
  •  
    Come ti capisco!!! Apriamo il Club degli Iconoclasti? ;-)
Claude Almansi

Free Online OCR - Convert JPEG, PNG, GIF, BMP, TIFF, PDF, DjVu to Text - 0 views

  •  
    "About NewOCR.com is a free online OCR (Optical Character Recognition) service, can analyze the text in any image file that you upload, and then convert the text from the image into text that you can easily edit on your computer Select your file File URL Recognition language Italian" e decine di altre lingue. Molto preciso e rapido, e c'è un'anteprima dove si può selezionare la parte che si vuol convertire in testo vero. Funziona con file online e con file caricati dal computer. Non c'è da crearsi un account.
  •  
    Fantastico! Grazie Claude! Potresti aggiungere qualche altro tag, tipo converter, convertitore, tool (perché magari, per chi come me non ricorda mai l'acronimo OCR, pur sapendo di cosa si tratta, diventerà più facile ritrovare questo segnalibro in caso di bisogno). Grazie :-)
Claude Almansi

Trascrizioni on line: perché e come | Webaccessibile.org Roberto Scano 2013-0... - 0 views

  •  
    "Una serie di interessanti video (in lingua inglese) ed una presentazione per aiutare gli sviluppatori a comprendere l'importanza di sottotitoli e trascrizioni."
Claude Almansi

LIA - Libri Italiani Accessibili | Webaccessibile.org - Livio Mondini 2013-06-20 - 6 views

  •  
    "Dopo molti annunci, è finalmente andata online "LIA, la vetrina di ebook accessibili pensati per le persone non vedenti e ipovedenti". Era legittimo chiedersi cosa fossero i libri italiani accessibili, poiché né la nazionalità italiana né "libro accessibile" fornivano un qualche indizio sulla natura di questi libri. Ora, dopo la messa in onda, regna lo stesso la confusione: non si riesce a capire in cosa consista il servizio LIA. A prima vista, il sito si presenta come un espositore di libri in formato epub, la cui unica differenza con i normali epub disponibili online in innumerevoli store sembra essere l'apposizione di una specie di certificazione di accessibilità denominata "bollino LIA". (...) Il testo della "certificazione" è perlomeno generico: (...) Questo eBook è certificato accessibile da LIA come? Con quali criteri? Chi sono i certificatori? Non è dato di saperlo. Così come sembrano piuttosto scontati i parametri di valutazione (...) D'accordo, il corretto uso degli elementi sicuramente aiuta la navigazione, ma siete sicuri che inserire dei titoli in ordine gerarchico sparso e casuale, basta che ci siano, sia utile a qualcuno? La "vetrina" sembrerebbe dedicata soltanto a questo: selezionare nella vastità degli epub disponibili sul mercato alcuni titoli scelti e valutati accessibili da qualcuno non si sa chi e come, e rimandare a store esterni per l'acquisto degli stessi. Sì, avete capito bene, bisogna usare due carrelli elettronici: prima quello del sito LIA, dove si selezionano i libri desiderati, e poi quello dello store esterno per effettuare l'acquisto vero e proprio. Siamo davvero sicuri che questo sia un aiuto per chi non ci vede o ha gravi problemi di vista? Non era già abbastanza complicato dover affrontare un carrello? No, due. Potrebbe essere complicato per chiunque, ma per chi utilizza uno screen reader lo è il doppio: effettua l'acquisto in un sito, poi deve anche essere in grado di continua
  • ...4 more comments...
  •  
    Una precisazione, poichè avevo postato anch'io questo link. LIA (almeno da quanto dichiara) non si pone come soggetto che sceglie libri accessibili e li vende. Piuttosto offre un servizio agli editori: io ti do le "regole" da seguire e ti aiuto a far si che il tuo ebook sia accessibile, se tu le rispetti quello che ti affro in cambio è "visibilità" (perdonate quello che appare come un calambour trattando in particolare di non vedenti!). Questo è il motivo del doppio carrello: non è un rivenditore, ma un "supporto progettuale" che poi aggiunge un bollino che ha funzione analoga a quello di una certificazione ISO in azienda: certifico che hai seguito le regole per l'accessibilità
  •  
    Sorry, Francesco: avrei dovuto controllare. Però Livio Mondini ha ragione lo stesso sulla rogna di per sé di dover usare 2 carrelli, sulla rogna aggiuntiva di quello LIA che non si svuota dopo l'acquisto presso il venditore, e sui criteri troppo vaghi del bollino LIA - e sul fatto che gli editori apparentemente di quel bollino se ne sbattono. Per il tuo uso di "visibilità", non ti preoccupare, ci giocano anche i ciechi stessi: c'è http://www.comecivedi.ch/ (ora in manutenzione) sito collaborativo di ciechi ticinesi, e http://www.titengodocchio.it/ , il sito di Vincenzo Rubano, studente cieco, per segnalare siti inaccessibili, nato da un suo sondaggo intitolato "m'illumino di meno...ma ci "vedo" di più". ;)
  •  
    Figurati: cedo la primogenitura per molto meno di un piatto di lenticchie!!! ;-) A parte gli scherzi quello che intendevo dire è che LIA non si pone come interfaccia tra editori e non vedenti, ma piuttosto come "lobby" per spingere ad adottare gli standard che rendono gli ebook (più) accessibili e dunque (anche se indubbiamente potevano risparmiarselo!) essere a sua volta poco accessibile non è una colpa così grave: si rivolge più a vedenti che a non vedenti! Quanto ai criteri ammetto di non aver approfondito la cosa, ma si deve considerare che esistono standard internazionali (per il WEB il W3C, non so se sia applicabile anche agli ebook anche se a logica direi di si) che garantiscono il massimo di accessibilità. Adottarli non è banale ma nemmeno una cosa terribile (io l'ho fatto sulla piattaforma di elearning che ho creato): basta deciderlo e metterci quel po' d'impegno necessario. Immagino che la logica sia quella di spingere perchè la decisione sia presa e supportare per ridurre l'impegno necessario; mentre la "vetrina" sia più la classica carota alternativa al bastone (anche se in questi casi riterrei personalmente più adeguato i bastone!!! ;-D)
  •  
    Ah, però tu avevi segnalibrato il sito stesso del progetto LIA! Io la recensione di Mondini su webaccessibile.org, quindi non c'è doppione. Webaccessibile.org è un sito dell'IWA Italia, coloro che hanno di fatto redatto le specifiche per la legge italiana sull'accessibilità informatica ("Legge Stanca"), cioè non solo l'accessibilità Web, se ho capito bene? Hanno anche una serie di testi su Stanca e WCAG, troppo tecnici per me. Sì, la carota vetrina-bollino può forse funzionare, ma questo dipenderà anche dalla reazione dei compratori potenziali che hanno bisogno di libri accessibili. Quelli non si baseranno prevalentemente sulla recensione di Mondini, forse (anche se Mondini, essendo cieco anche lui, e visto che scrive bene, è abbastanza seguito), ma piuttosto sul bouche à oreille, o equivalente Web 2.0.
  •  
    Ah: m'ero fermato a LIA e non avevo fatto caso si trattasse di un commento su! Conoscevo l'IWA (un anno mi pare ci sono stato iscritto, ai loro esordi), non questo loro impegno. Posso però dire che la legge Stanca è estremamente discutibile: sia per come ha "personalizzato" gli standard invece di applicarli sia per restrizioni di contorno ed obblighi in alcuni casi assurdi che ha imposto. Non so però quanto sia farina del loro sacco e quanto contributo politico. Comunque adesso vado e leggere cosa ne dice lui
  •  
    Non ha tutti i torti nelle sue critiche: effettivamente l'accessibilità del sito lascia molto a desiderare. La spiegazione però potrebbe esserci. Andando alla ricerca di chi ne fosse il proprietario (che non è specificato da nessuna parte sul sito!) scopro che si tratta di Ediser S.r.l. che - cercando - ha un sito sua che così la descrive: Ediser è la Società di servizi dell'AIE - Associazione Italiana Editori, fondata nel 2002 per l'erogazione di servizi rivolti alle case editrici, tra cui: - l'erogazione di corsi e seminari di formazione e aggiornamento per il personale che opera nella filiera editoriale e dei contenuti digitali o per persone che intendono avviare una casa editrice - la gestione dell'agenzia ISBN per l'area linguistica italiana, di cui è titolare l'AIE - la gestione dei diritti d'autore per la tutela dei diritti di riproduzione delle opere librarie e periodiche - l'organizzazione di fiere del libro attraverso la realizzazione "step by step" di stand collettivi e istituzionali - l'organizzazione di eventi legati al mondo dell'editoria - la gestione di progetti specifici di rilevanza nazionale e internazionale legati al mondo dell'editoria - il «Giornale della libreria»: il mensile professionale dell'editoria libraria e dell'industria dei contenuti editoriali italiana Inoltre LibriAccessibili.it - e più in generali il progetto LIA che ha un sito a parte chissà perchè... (progettolia.it) - è "Realizzato mediante il finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali" come dice il disclaimer (obbligatorio per chi usi finanziamenti pubblici) accompagnato da loro del ministero definito "Partner di progetto". Insomma: sono gli editori che definiscono le condizioni per darsi il bollino e poi se lo danno... Ma pagato con i soldi che il Ministero non ha per salvare Pompei! Altro che bastoni e carote...
Francesco Valotto

Il progetto | LIA - Libri Italiani Accessibili - 3 views

  •  
    Un progetto per assistere gli editori nella produzione di ebook accessibili per non vedenti ed ipovedenti e certificarli
1 - 20 of 39 Next ›
Showing 20 items per page